Rimuovere Informazioni Personali da Google

Ai sensi della legislazione europea sulla protezione dei dati personali su Internet è possibile richiedere la rimozione dei risultati di ricerca Google esercitando il cd. Diritto all’Oblio. Quest’ultimo, al quale ci si appella per cancellare articoli di giornale dal web, eliminare notizie da Google, togliere il proprio nome dai risultati di ricerca, è disciplinato all’art. 17 del Regolamento (UE) nr. 679/2016 (GDPR) dove vengono infatti stabiliti una serie di presupposti che il contenuto o l’informazione contenente i propri dati personali, di cui chiediamo la rimozione, deve rispettare affinché il Titolare del Trattamento accolga la nostra richiesta. 

La richiesta di rimozione dei risultati di ricerca Google può essere effettuata trasmettendo a Google una documentazione legale attraverso la compilazione di un apposito modulo per il Diritto all’Oblio; nello specifico Google dovrà conoscere innanzitutto il soggetto richiedente che andrà ad identificarsi, dovrà poi conoscere se la rimozione è chiesta in prima persona oppure per conto di una terza, dovrà conoscere ed individuare il contenuto oggetto della richiesta di rimozione (indicando lo specifico URL) e soprattutto i motivi per i quali se ne richiede la rimozione. Inviata la richiesta di rimozione tramite apposito modulo Google effettuerà un bilanciamento degli interessi in gioco prima di motivare la propria risposta; da un lato la tutela della privacy così come disciplinata ai sensi del Regolamento (UE) nr. 679/2016 e quindi l’esercizio del diritto all’oblio su Internet da parte dell’interessato e dall’altro il diritto di cronaca, di informazione per i consumatori.

Cos’è l’URL e quando è possibile rimuovere l’URL di una notizia da Google

È bene sapere che i risultati di ricerca digitati sul motore di ricerca Google restituiscono delle informazioni reperite sull’intero Web ed ognuno di questi risultati corrisponde ad uno specifico URL da rimuovere. L’URL non è altro che un collegamento alla pagina Web dove si trova il contenuto, l’immagine, la notizia oppure la foto correlata al proprio nominativo e che si intende rimuovere. Nella maggior parte dei casi quindi, basterà che Google deindicizzi il nostro nominativo dai risultati di ricerca non facendo altro che rimuovere tutte quelle informazioni ritenute lesive dal risultato restituito dal motore di ricerca. Ciò tuttavia non significa che quei contenuti non esistano più sul all’interno del Web; significa piuttosto che digitando il nostro nominativo, il motore di ricerca non restituirà più come risultato quel o quei contenuti di cui abbiamo richiesto la rimozione.

Il diritto alla deindicizzazione può essere esercitato, ai sensi dell’art. 17 del Regolamento (GDPR) solo quando ricorrano specifici presupposti ed in particolar modo quando il Trattamento dei dati è:

illegittimo;

non più attuale o necessario;

effettuato senza il consenso dell’interessato.

Al fine di ottenere la rimozione / cancellazione di questi contenuti dal Web in maniera definitiva è sempre opportuno, come suggerito anche dallo stesso Google, contattare il Webmaster del sito che possa rimuovere le informazioni personali da Internet e dai risultati di ricerca Google, intervenendo direttamente sui “tag” del sito web e può rimuovere l’URL da tutti i motori di ricerca del mondo, non soltanto da Google Italia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: